Ordina la pubblicazioni

Tavola cronologica di Astro del Ciel
(Prof. Mag. Josef A. Standl)

1787
Hochburg
Franz Xaver Gruber nasce il 25 novembre 1787 nella casa Steinpointsölde ad Hochburg, via Unterweizberg 9 e viene inserito nel registro dei battesimi con il nome di “Conrad Xavier“, che poi verrà da lui stesso modificato in "Franz Xaver".

1792
Salisburgo
Josephus Franciscus Mohr nasce l’11 dicembre 1792 da Anna Schoiberin, maglierista, e Franz Mohr (Moor), moschettiere disertore.

1807-1829
Arnsdorf-Lamprechtshausen
Franz Xaver Gruber diventa insegnante ad Arnsdorf; decreto di conferimento datato 12 novembre 1807. Nel 1816 assume la carica di organista nella nuova parrocchia di Oberndorf. Nel 1829 lascia Arnsdorf, in quanto non riesce a raggiungere l’obiettivo di diventare insegnante a Oberndorf.

1815
Salisburgo
Joseph Mohr riceve gli ordini sacerdotali il 21 agosto 1815.

1815
Ramsau bei Berchtesgaden
Joseph Mohr è aiutante ecclesiastico a Ramsau bei Berchtesgaden.

1815-1817
Mariapfarr
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Mariapfarr.

1816
Mariapfarr
Joseph Mohr compone a Mariapfarr im Lungau il testo di "Stille Nacht! – Astro del Ciel" in forma di poesia.

1817 – 1819
Oberndorf
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di San Nicola a Oberndorf.

1818
Oberndorf
La prima versione “Autografa I” di Franz Xaver Gruber per due voci soliste con accompagnamento di coro e chitarra viene composta il 24 dicembre 1818; è andata perduta.

1818
Oberndorf
"Stille Nacht! Heilige Nacht!" viene eseguita per la prima volta al mondo la Vigilia di Natale nella chiesa di San Nicola a Oberndorf bei Salzburg da Franz Xaver Gruber e Joseph Mohr alla chitarra.

1819-1820
Kuchl
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Kuchl

1819
Waidring in Tirol
Nel libro di canti religiosi (andato perduto) appartenuto a Blasius Wimmer, organista e insegnante a Waidring, si trova la canzone con sette strofe datata 22 luglio 1819.
Si ritiene che il fabbricante di organi Carl Mauracher di Zillertal abbia portato la canzone a Waidring dopo essersi occupato della riparazione dell’organo a Oberndorf e Arnsdorf e, attraversato il Passo Strub, essersi fermato proprio qui durante il suo viaggio.

1819
Fügen im Zillertal
I trovatori Rainer cantano la canzone nella chiesa di Fügen nella notte di Natale del 1819.

1820-1821
Golling
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Golling.

1821-1822
Vigaun
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Vigaun; aiutante ecclesiastico ad Adnet e Krispl.

1822-1824
Anthering
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Anthering.

1822
Salisburgo
Johann Baptist Weindl, corista e direttore del coro della Cattedrale di Salisburgo, trascrive la canzone.

1822
Fügen im Zillertal
I trovatori Rainer eseguono la canzone in occasione della visita dell’Imperatore Francesco I e dello Zar Alessandro I nel castello del Conte Dönhoff (oggi “ Bubenburg“) a Fügen.

1824-1827
Eugendorf
Joseph Mohr è coadiutore nella parrocchia di Eugendorf.

1827
Hof bei Salzburg
Joseph Mohr è gerente vicario nella parrocchia di Hof.

1827-1837
Hintersee
Joseph Mohr è gerente vicario (1827-1828) e vicario (1828-1837) nella parrocchia di Hintersee, in cui per la prima volta gestisce autonomamente una parrocchia.

1829-1835
Berndorf
Franz Xaver Gruber è insegnante e organista a Berndorf.

1830 circa
Linz
Versione autografa per due voci soliste, coro e organo, una copia di Gruber per Andreas Wagner, insegnante a Uttendorf (perduta). Ci rimane la copia stampata dell’edizione “Die heilige Nacht – La Vigilia di Natale“, canzoni di Natale per bambini, pubblicata da Johann Georg Huber a Linz (1885).

1832
Lipsia
Il giornale “Leipziger Tagblatt“ riporta il 15 dicembre 1832 che i trovatori Strasser hanno eseguito la canzone durante un concerto. E’ possibile che le famiglie di trovatori Rainer (Fügen) e Strasser (Laimach) l’avessero suonata anche in precedenza durante i loro viaggi.

1833
Lipsia
Pare sia questo l’anno in cui l’editore Verlag A.R. Friese (Dresda e Lipsia) pubblica, in uno spartito dal titolo "Vier ächte Tyroler Lieder – Quattro autentiche canzoni tirolesi", anche "Stille Nacht!", tuttavia senza il nome degli autori e fortemente modificata.

1835-1863
Hallein
Franz Xaver Gruber è direttore del coro, organista e aiutante nella parrocchia di Hallein (dal 2 luglio 1935) e abita con la famiglia nella “Mesnerhaus – Casa del sagrestano“ di fronte alla chiesa. Nel 1848 è uno dei fondatori della Halleiner Liedertafel (tavola rotonda della musica di Hallein), guidata da Franz, il maggiore dei suoi figli. Si spegne il 7 giugno 1863 all’età di 76 anni.

1836-1843
Forstau
Joseph Wernspacher, vicario a Forstau, trascrive la canzone.

1836
Hallein
Versione autografa IV per due voci soliste, coro a quattro voci, flauto, due clarinetti, fagotto, due corni, due violini, viola, contrabbasso e organo datata 12 dicembre 1836; è conservata nel Museo di Astro del Ciel di Hallein.

1837-1848
Wagrain
Joseph Mohr è vicario nella parrocchia di Wagrain, dove si spegne il 4 dicembre 1848.

1839
New York
I trovatori Rainer portano la canzone in America, dove la eseguono il giorno di Natale del 1839 a New York davanti alla statua di Alexander Hamilton nel cimitero della Trinitiy Church, alla fine di Wall Street.

1843
Uttendorf im Innviertel
Johann Schober, insegnante, trascrive la canzone.

1845 circa
Hallein
Versione autografa V per due voci soliste, coro a quattro voci, due corni, due violini, violoncello e organo; la cosiddetta “versione del corno” è conservata nell’archivio del Museo di Astro del Ciel di Hallein.

1848
Wagrain
Il vicario Joseph Mohr si spegne il 4 dicembre 1848 a Wagrain per una polmonite.

1854
Salisburgo
Richiesta ufficiale di ricerca degli autori inviata a Berlino al Monastero benedettino di San Pietro a Salisburgo da parte della Cappella della Corte Imperiale di Prussia. Gruber redige quindi le sue “Autentiche motivazioni”, datate 30 dicembre 1854. Archivio del Museo di Astro del Ciel di Hallein.

1854
Hallein
La versione autografa VI, che Gruber invia a Berlino assieme alle sue “Autentiche motivazioni” è andata perduta.

1854 circa
Hallein
La versione autografa II per due voci soliste e coro, senza accompagnamento, è conservata nell’archivio del Museo Astro del Ciel di Hallein.

1860 circa
Salisburgo
La versione autografa VII per due voci soliste e organo è conservata dal 1995 nella collezione musicale del Museo di Salisburgo.

1863
Hallein
Franz Xaver Gruber muore ad Hallein all’età di 76 anni.

1866
Salisburgo
Inserimento del canto nel libro “ufficiale” dei canti religiosi.

1909
Oberndorf
La parrocchia di San Nicola viene definitivamente demolita; qui Astro del Ciel venne eseguito per la prima volta nel 1818.

1924
Oberndorf
Posa della prima pietra della Cappella commemorativa di Astro del Ciel in corrispondenza del luogo in cui si trovava la parrocchia di San Nicola, dove Astro del Ciel venne eseguito per la prima volta nel 1818. Inizio dei lavori nel 1925. La posa della prima pietra era programmata già per l’anniversario dei 100 anni, ma viene continuamente rimandata a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale.

1928
Oberndorf
Joseph Mühlbacher, scultore e sacerdote, realizza un monumento a Joseph Mohr e Franz Xaver Gruber, che nel 1928 viene posto nella parrocchia di Oberndorf; in seguito viene spostato nella piazza della chiesa.

1937
Oberndorf
La Cappella commemorativa di Astro del Ciel a Oberndorf viene inaugurata il 16 agosto; sorge sulle rovine della chiesa di San Nicola, demolita, dove Astro del Ciel venne eseguito per la prima volta nel 1818.

1972
Salisburgo
Assemblea costituente dell’Associazione Stille-Nacht-Gesellschaft il 15 maggio 1972, cerimonia di costituzione il 10 dicembre 1972 nella Residenza di Salisburgo.

1995
Salisburgo
L’unica copia autografa per mano di Joseph Mohr viene identificata a Salisburgo e presentata l’8 dicembre. Riporta l’iscrizione “Text von Joseph Mohr mpia Coadjutor 1816 (Testo di Joseph Mohr, confermato dalla mia propria firma, assistente parrocchiale 1816)“. Questo documento è precedente al 1830 e le ricerche hanno evidenziato che la data “1816” si riferisce al momento in cui il testo è stato redatto. La copia autografa riporta inoltre la dicitura “Melodie von Fr. Xav. Gruber (Melodia di Fr. Xav. Gruber)”, risolvendo così la questione della paternità del brano.

Download PDF

Loading